La star del calcio Karim Benzema ha detto: 'Se seguo, sono francese, se non lo faccio, sono arabo'?

Abbiamo esaminato se Karim Benzema ha detto una volta

Immagine tramite Jean Catuffe / Getty Images

Richiesta

La star del calcio Karim Benzema una volta ha detto: 'Se seguo, sono francese, se non lo faccio, sono arabo' o parole in tal senso.

Valutazione

Attribuzione corretta Attribuzione corretta A proposito di questa valutazione

Origine

Alla fine del 2020 e all'inizio del 2021, una vecchia citazione attribuita alla stella del calcio francese Karim Benzema - 'Se seguo, sono francese, se non lo faccio, sono arabo' - ha visto una rinascita nella condivisione sui social media, come i legislatori hanno ancora una volta alle prese con tensioni complesse e di lunga data tra le tradizioni secolari della Francia ei diritti e le libertà delle comunità musulmane nel paese.



Quelle osservazioni erano autentiche e fatte da Benzema nel 2011, quindi stiamo quindi assegnando una valutazione di 'Attribuzione corretta'. Per comprendere il loro contesto e il contesto in cui la citazione è tornata popolare, è necessario un po 'di background.



Il contesto dietro la citazione di Benzema

Nell'ottobre 2020, il presidente Emmanuel Macron delineato la sua intenzione di introdurre una legge per combattere quello che ha definito 'separatismo' religioso e per reprimere l ''islamismo radicale' nelle comunità locali di tutta la Francia.

Nel febbraio 2021, l'Assemblea nazionale (più o meno equivalente alla Camera dei rappresentanti) passato Legislazione “anti-separatista” che, pur non menzionando esplicitamente l'Islam, ha represso le pratiche largamente associate alla religione. Ad esempio, il disegno di legge vieta ai medici di completare i cosiddetti 'controlli della verginità' sulle aspiranti spose, proibisce i matrimoni forzati, reprime l'istruzione domestica religiosa informale e non regolamentata e introduce rigorosi requisiti di rendicontazione finanziaria per le organizzazioni religiose finanziate al di fuori della Francia. .



Una sezione introduce sanzioni penali specifiche per il reato di pubblicazione di dettagli privati ​​su un altro individuo, con l'obiettivo di esporre quella persona a danni o lesioni. È stata chiamata 'Legge Paty', in memoria dell'insegnante di scuola Samuel Paty, che è stato decapitato vicino a Parigi nell'ottobre 2020, dopo aver mostrato ai suoi studenti le raffigurazioni di Maometto come parte di un corso sulla libertà di espressione, e in seguito è diventato oggetto di minaccioso social media messaggi. Al momento della pubblicazione, la legislazione era in discussione al Senato francese.

cos'è un'unità del dolore

Il disegno di legge si è dimostrato controverso, e molti rappresentanti delle comunità musulmane francesi, così come alcuni politici di sinistra, lo hanno fatto criticato la legislazione prende di mira ed emargina ingiustamente i musulmani e l'Islam. La Francia ha una lunga storia di tensioni e controversie incentrate su ' secolarismo '- un concetto che può essere difficile da definire con precisione ma ha una forza significativa nel discorso pubblico francese e si riferisce alla tradizione del paese di laicità relativamente rigorosa e di rimozione della fede religiosa dalla vita pubblica.

Parallelamente a questo conflitto filosofico, la Francia ha esperto le difficoltà circostante l'integrazione nella società principale delle comunità musulmane, in gran parte composte da immigrati di seconda e terza generazione dal Nord Africa - un'eredità del colonialismo francese durante il XIX e l'inizio del XX secolo.



scala del dolore di ricevere calci nelle palle

Molte di queste tensioni sull'immigrazione e l'assimilazione sono state proiettate sulla squadra nazionale di calcio maschile della Francia, che ha portato un notevole successo al paese negli ultimi due decenni, vincendo la Coppa del Mondo nel 1998 e 2018, e il Campionato Europeo nel 2000, come così come ospitare ogni torneo una volta durante quel periodo.

Dei 14 giocatori francesi che hanno preso parte alla finale del 2018 contro la Croazia, sette erano di origini africane e quella vittoria ha suscitato festeggiamenti che ottimisticamente evidenziato la composizione multietnica e multirazziale della squadra. Allo stesso modo, dopo il trionfo della Francia ai Mondiali del 1998, il presidente Jacques Chirac dichiarato che 'Questa squadra tricolore e multicolore ha dato una bellissima immagine della Francia e della sua umanità.'

Tuttavia, le differenze razziali ed etniche tra i giocatori e tra i tifosi di calcio in Francia sono state portate alla ribalta durante episodi più difficili nella storia della squadra, come le loro ignominiose uscite anticipate dalla Coppa del Mondo in 2002 e 2010 , e nel 2001, quando doveva essere una partita non competitiva ma altamente simbolica contro l'Algeria abbandonato a causa di un'invasione di campo da parte dei tifosi che sostengono l'Algeria.

Quel senso - che la Francia celebra gli immigrati nei momenti di vittoria, ma si rivolge contro di loro nei momenti difficili - è stato riassunto in una citazione attribuita a Benzema, una stella di 33 anni attaccante del club spagnolo Real Madrid, un praticante musulmano e a seconda generazione immigrato nato a Lione da genitori di discendenza algerina.

La citazione - 'Se seguo, sono francese, se non lo faccio, sono arabo' - è stata ampiamente condivisa nell'ottobre 2020, quando è iniziato il dibattito sulla proposta di legge anti-separatista. La rappresentante degli Stati Uniti Rashida Tlaib, una democratica del Michigan nata a Detroit da genitori immigrati palestinesi, ha condiviso la citazione su Twitter, aggiungendo 'Conosco la sensazione':

Diventò popolare sopra social media ancora una volta all'inizio del 2021, quando la legislazione è passata attraverso l'Assemblea nazionale. La citazione è autentica e accurata e, in quanto tale, stiamo emettendo una valutazione di 'Attribuzione corretta'.

per quale tipo di problema potresti visitare www.snopes.com?

Quello che ha detto Benzema

Benzema ha fatto le osservazioni durante un'intervista alla rivista di calcio francese So Foot, che è stata pubblicata nel novembre 2011. I nostri sforzi per ottenere una copia di quell'edizione della rivista non hanno avuto successo, ma altre prove forniscono una prova definitiva della loro autenticità.

A quel tempo, la citazione era stata riportata dal popolare sito di notizie francese 20minutes.fr , così come AtlasInfo.fr , un sito di notizie con sede a Parigi con un focus su questioni di interesse per i lettori del patrimonio nordafricano, e Oumma.com , un sito web francese rivolto ai lettori musulmani in Francia. Twitter utenti ha anche pubblicato la citazione e l'ha attribuita a So Foot, nel novembre 2011.

Secondo 20minutes.fr, Benzema si è lamentato di quello che ha definito come scarso sostegno dei tifosi francesi per la squadra nazionale, dicendo a So Foot: 'Sono passate 14 o 15 partite da quando abbiamo perso, eppure anche allo Stade de France [vicino a Parigi] , hai la sensazione di giocare lontano da casa. Non c'è atmosfera. '

Sulla presunta volubilità dei tifosi francesi, ha aggiunto: 'Fondamentalmente, se seguo, sono francese, ma se non seguo, o ci sono problemi, sono arabo'. ('Fondamentalmente, se seguo, sono francese, ma se non seguo o ci sono problemi, sono arabo.')

L'autenticità di quella citazione è stata ulteriormente confermata nel 2017, quando lo stesso So Foot ha incluso una versione leggermente diversa delle osservazioni in un collezione di citazioni importanti di calciatori: 'Fondamentalmente, se seguo, sono francese, e se non seguo, sono arabo' (' Fondamentalmente, se seguo, sono francese, e se non seguo, sono arabo . ')